English  
 
 
 
 
F.P.S.O.
Home   |>   F.P.S.O.   |>   Introduzione
  Introduzione
Introduzione

Il Gruppo Premuda nel 2002, nell’ambito di un piano strategico di diversificazione delle attività, ha deciso di entrare nel settore petrolifero FPSO (Floating Production Storage and Offloading) con significativi investimenti in termini finanziari, tecnici e di risorse umane.

Di seguito la descrizione delle attività:

 

FPSO è un sistema di estrazione, stoccaggio e ridistribuzione di prodotti petroliferi mediante una struttura galleggiante. Le attrezzature sull’unità di superficie separano il fluido in petrolio, gas ed acqua, e immagazzinano il petrolio nelle cisterne della nave, dalle quali viene periodicamente trasbordato su unità cisterniere navetta.

 

Il sistema FPSO è un’alternativa sempre più attraente rispetto alle piattaforme fisse convenzionali. Esso combina le attrezzature di produzione, di elaborazione, di controllo delle teste di pozzo, di alloggiamento per l’equipaggio e gli spazi per  l’immagazinamento del petrolio in una unica unità galleggiante.

 

FPSO si è evoluta dall’essere una tecnologia per pozzi petroliferi di importanza marginale ad una per siti di maggiori dimensioni. Durante gli ultimi dieci anni le unità FPSO sono diventate la scelta primaria per lo sviluppo di pozzi in molte aree del mondo. Attualmente sono operative più di cento unità FPSO.

 
FPSO Woollybutt

Il campo Woollybutt è localizzato nel bacino Carnarvon, al largo della costa nord-occidentale dell’Australia, 23 miglia nautiche ad ovest di Barrow Island.

Nel dicembre 2005 un secondo pozzo, Scalybutt è stato connesso come derivazione del campo Woollybutt esistente.

Le riserve estraibili di Woollybutt sono state stimate approssimativamente in 35 milioni di barili di olio (mmbo) ed attualmente si stima che il pozzo resti in produzione per circa tre anni.

Premuda ha convertito una sua nave cisterna in una unità FPSO, denominata “Four Vanguard” per lo sviluppo del pozzo, con tutte le attrezzature di lavorazione installate sul ponte. Questo sistema di lavorazione è stato progettato per soddisfare le richieste di produzione di ENI Australia Ltd (EAL), incluse  le attrezzature per il prelievo di gas, e l’impianto di lavorazione è stato reso indipendente dai sistemi nave per quanto possibile per minimizzare le interferenze tecniche ed operative.

L’unità FPSO  è provvista di un sistema di ancoraggio disinseribile “single point” (“Disconnettable Single Point Mooring”- DSPM), una combinazione di una connessione girevole ed una boa di ancoraggio. La boa è trattenuta da un sistema idraulico di connessione veloce (“quick connect / disconnect clamping” – QCDC). La boa è ancorata per mezzo di sei corpi morti fissati con ancora sul fondo.

 
 
 
 
 
Disclaimer © Copyright 2005 Premuda S.p.A. - C.F. 00103690327 - Powered by Quid web & media